Terapia Strumentale

La tecnologia moderna ha dato il proprio contributo alla fisioterapia, offrendo strumenti in grado di coadiuvare le terapie manuali attraverso trattamenti dove le energie fisiche si traducono in specifici effetti curativi. In particolare i risultati sono volti all’attenuazione o annullamento del dolore, all’eliminazione degli stati di contrattura muscolare e all’aumento della tonicità dell’apparato muscolare fin anche all’attivazione del metabolismo locale.

Laser terapia

Sfruttando radiazioni luminose, questa terapia compie un’azione antalgica, antinfiammatoria e biostimolante, rivelandosi efficace in caso di disfunzioni di origine miofasciale e nella ricostruzione dei tessuti danneggiati. È eccellente nella cura di tendiniti, distorsioni, artrosi, infiammazioni, edemi, ematmi, ulcere.

Tecar terapia

TECAR (Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo) è una terapia che agisce fornendo energia ai tessuti. In funzione del trattamento da eseguire il fisioterapista mixerà il sistema capacitivo con il resistivo, così da coniugare un effetto terapeutico immediatamente ove è posizionato l’elettrodo con uno più in profondità.
L’effetto biostimolante della tecar terapia si rivela assolutamente valido sia nel trattamento dei processi degenerativi che in quello dei processi traumatici. Sulle infiammazioni agisce con la sua capacità drenante, mentre il riscaldamento che ne deriva lavora rilassando la muscolatura con un complessivo effetto di riduzione del disturbo algico. La tecar terapia può essere coadiuvata da trattamenti terapici manuali, massoterapia ed esercizi fisici.

Elettroterapia “TENS”

L'elettroterapia antalgica, o tens, è una tecnica fisioterapica indicata per curare patologie muscolari, nevriti, sciatalgie, periartriti e nevralgie in genere. Essa utilizza l’energia elettrica alternata a scopo terapeutico effondendo impulsi che agiscono sulle fibre nervose della sensibilità tattile situate sotto la pelle stimolando il metabolismo della muscolatura.

Ultrasuono terapia

Eccellenti per rilassare la muscolatura contratta, gli ultrasuoni agiscono con onde generate dalla vibrazione di alcuni cristalli posizionati sulla testa di una sonda. Passando attraverso la cute gli ultrasuoni generano una vibrazione, detta cavitazione, che origina un riscaldamento localizzato dei tessuti in grado di associare effetto meccanico ed effetto termico.
Si tratta di una terapia particolarmente adatta al trattamento di spasmi muscolari e contratture.

Magnetoterapia

La magnetoterapia è una terapia fisica che sfrutta l’azione fisica delle onde elettromagnetiche a diverse frequenze e intensità rigenerando le cellule danneggiate e accelerando i fenomeni di riparazione con una azione di rimineralizzazione ossea ed effetti cicatrizzanti, antinfiammatori e anti edematosi. Si tratta di un trattamento non invasivo ideale anche dopo eventi traumatici.

Pressoterapia

Pensata per il trattamento della ritenzione idrica, dell’insufficienza circolatoria e venosa, di edemi e patologie articolari, la pressoterapia consiste in un massaggio terapeutico effettuato tramite una specifica apparecchiatura. Essa migliora il funzionamento del sistema circolatorio e del sistema linfatico del paziente facilitando il drenaggio del liquido interstiziale e attivando la circolazione venosa.

Ionoforesi

Con la terapia di ionoforesi si favorisce l’introduzione di un farmaco nell’organismo attraverso l’epidermide, questo è possibile grazie ad una corrente continua prodotta da un apposito generatore. 
La ionoforesi, che agisce appunto per via transcutanea, è indicata per la soluzione di problemi come la spina calcaneare, la talloniti, artriti, sciatica, strappi muscolari, pubalgie, dolori alla schiena.

Kinesiotaping

La tecnica del kinesio taping si basa sull'applicazione di tape, ovvero di particolari fasce adesive, che esercitando una trazione e trasferendo la forza direttamente sulla pelle, alleviano il carico fisiologico sulle aree coinvolte da patologia o dolore, senza lo svantaggio derivante da una totale immobilizzazione delle zone interessate da algia, ma consentendo invece un dinamismo controllato al paziente.
Benché si tratti di una tecnica apparentemente semplice, in realtà è fondamentale, per una corretta applicazione del kinesio taping, una diagnosi accurata fatta da un esperto e conoscenze mediche per l’applicazione delle bende.